Cetilar Pisa Half Marathon 2018: la scienza oltre la corsa

HM4S - Half Marathon for Sicence. Correre e... sentire l'aria anche nei tuooi pensieri

Immagine di presentazione dello studio
Ridurre i tempi della performance e avere un piano di recupero fisico e mentale efficace sono i due principali aspetti che interessano l’atleta, soprattutto non professionista...

L'Istituto di Fisiologia Clinica del CNR, la Fondazione Toscana Gabriele Monasterio e l'Università Pisa promuoveranno, in occasione della 12° edizione della Cetilar Pisa Half Marathon, uno studio condotto su atleti amatoriali, con lo scopo di valutare l'entità di variazioni bioumorali in funzione dell'età e soprattutto del sesso, analizzando quanto queste variazioni possano dipendere dal training, dalla performance stessa e dal dialogo tra i diversi sistemi fisiologici.

In particolare, si vuole determinare l'entità dei cambiamenti di indici cardiaci, di parametri pro o anti infiammatori e del virus TTV, considerato una spia di funzionalità del sistema immunitario.

Ma andiamo nel dettaglio, e scopriamo come partecipare.

Effetti della mezza maratona sui biomarcatori cardiovascolari, immunitari ed infiammatori: ruolo dell'età e del genere

Ridurre i tempi della performance e avere un piano di recupero fisico e mentale efficace sono i due principali aspetti che interessano l'atleta, soprattutto non professionista.

Tuttavia, differenti fattori possono intervenire nell'esito della performance, inducendo cambiamenti a livello cardiovascolare, immunitario ed infiammatorio.

Tali variazioni, che sul piano fisiologico e biochimico si traducono in modificazioni dei normali livelli di soglia, di che natura sono?

O meglio, se da una parte possono riflettere un adattamento del corpo all'esercizio con effetti benefici per la salute, dall'altra potrebbero rappresentare un possibile aumento di rischio di patologie sistemiche a carico del sistema cardiovascolare, immunitario ed infiammatorio.

Ma da che cosa dipende questa resilienza o vulnerabilità che a sua volta impatta sull'esito della performance?

Scopo dello studio

  • done_outline
    Valutare l'entità di variazioni bioumorali in funzione dell'età e soprattutto del sesso, analizzando quanto queste variazioni possano dipendere dal training, dalla performance stessa e dal dialogo tra i diversi sistemi fisiologici.
  • done_outline
    Determinare l'entità dei cambiamenti di indici cardiaci, di parametri pro o anti infiammatori e del virus TTV, considerato una spia di funzionalità del sistema immunitario

Metodologia: arruolamento e biomarcatori analizzati

  • done_outline
    Arruolamento di 50 atleti maschi e femmine
    Gli atleti non dovranno avere malattie cardiovascolari o altre patologie sistemiche.
  • done_outline
    Niente farmaci prima della gara
    Gli atleti arruolati non dovranno assumere farmaci o supplementi dietetici antiossidanti nelle 24 ore precedenti la gara.
  • done_outline
    Prelievi ematici
    Agli atleti arruolati verrano effettuati dei prelievi di sangue venoso nella settimana precedente la gara (Pre), immediatamente dopo (Post) e a 24 ore dal termine (Follow up).

I risultati

Tutti gli atleti arruolati riceveranno i risultati personali in via privata.

I risultati finali dello studio, che non saranno immediati, saranno esposti durante un incontro opportunamente organizzato dove si ragionerà sulla risposta fisiologica allo stress fisico, quale può essere quello provocato da una mezza maratona.